Non è finita

La fine del governo Berlusconi è una buona notizia per l’Italia e su questo non ci sono dubbi. L’uomo che ha vinto tre elezioni con improbabili promesse non ha realizzato nulla di tutto quello che millantava e anzi ha aggravato la crisi strutturale del nostro paese. Inoltre, era ormai una barzelletta agli occhi del mondo intero. E’ riuscito però a realizzare l’unico scopo che abbia mai avuto, salvarsi dai processi in cui è imputato per la serie infinita di reati di cui è ed è stato accusato. Ed è riuscito anche a far prosperare le sue aziende e a mantenere il monopolio dell’informazione.

Continue reading Non è finita

Fino all’ultima Lira

Lira_2012addioA dieci anni da quel passaggio che a molti è sembrato epocale, in giro ci sono ancora 2.500 miliardi di Lire. La moneta che dal 1° marzo del 2002 non può più essere utilizzata per fare acquisti di qualsiasi genere sta per dire definitivamente addio. Dal 1° marzo 2012, infatti, andrà in pensione e non potrà più essere cambiata nemmeno nelle filiali della Banca d’Italia. Che fare quindi? Affrettarsi a recuperare e cambiare quelle preziose banconote o decidere di darle in beneficienza. Continue reading Fino all’ultima Lira

Tunisia al voto, affluenza record

TunisiaelezioniI dati non sono ancora ufficiali e per i veri festeggiamenti bisognerà aspettare domani, ma le proiezioni di voto danno già un vincitore nelle elezioni in Tunisia: il partito islamico moderato Ennahda che avrebbe conquistato il 40% dei voti. Le forze laiche, che tanto scommettevano su queste elezioni, hanno già riconosciuto il successo della formazione islamica. Così il primo test elettorale post Primavera araba rischia di concludersi all’opposto di quanto gli osservatori esterni sperassero.

Continue reading Tunisia al voto, affluenza record

Swoppydo, il nuovo sito di baratto online

SwoppydoÈ online da un mese il giovanissimo e innovativo sito di baratto Swoppydo, nato sul modello del più celebre e rodato Ebay, ma basato esclusivamente sullo scambio di oggetti tra gli utenti. L’idea è di due trentenni ingegneri informatici di Bari, Marco Giglione e Giuseppe Guarnieri, che hanno deciso di rischiare e investire nella creazione di una impresa tutta loro, la NeXTWare s.n.c, tenendo in cantiere, fin dai tempi dell’università, il sogno di realizzare un sito dove fosse possibile scambiare oggetti di qualsiasi tipo senza mettere mano al portafogli.

Continue reading Swoppydo, il nuovo sito di baratto online

Iran, 90 frustate per l’attrice Marzieh Vafamehr

MarziehVafamehrUn volto scoperto, in primo piano durante un film, in un paese in cui la regola vuole che si indossi un velo è un grave reato. Se poi quel volto è incorniciato da capelli cortissimi, quasi rasati, allora il codice penale prevede una punizione crudele. Il paese di cui parliamo è l’Iran, il film è My Teheran for sale, la donna coraggiosa ma condannata è l’attrice Marzieh Vafamehr. Per lei la pena di un anno di prigione e 90 frustate. Una pena che a noi donne occidentali sembra richiamare le condanne del medioevo.

Continue reading Iran, 90 frustate per l’attrice Marzieh Vafamehr

Colpa del potere

Dopo gli scontri di Roma del 15 ottobre nessuno in Italia fa una gran bella figura visto che negli altri paesi simili manifestazioni si sono svolte pacificamente. Ma in un paese dove la crisi è ogni giorno più profonda, la disoccupazione ogni giorno più drammatica, il governo e la classe politica ogni giorno più indecenti un simile risultato non dovrebbe sorprendere più di tanto. Certamente il ministero dell’interno si è rivelato ancora una volta incapace di gestire l’ordine pubblico come accade ogni volta che in una grande manifestazione si infiltrano piccoli gruppi di violenti.

Continue reading Colpa del potere

I racconti dall’isola che non c’è: diari da Lampedusa

Cronachedall'isolachenonc'è_BastianettoDellaLongaSi può raccontare Lampedusa con le immagini, con la cronaca dei giorni drammatici dell’emergenza e con i riflettori che illuminano, giusto il tempo di un servizio, i visi stravolti dei migranti. E si può, invece, scegliere di dare spazio al racconto intimo dei protagonisti, al flusso dei loro pensieri, che scavano molto più in profondità dei ritagli di giornale o dei servizi fotografici, e ci restituiscono il ritratto vero e sofferto dell’Isola che non c’è, del mondo lontano di Lampedusa e delle sue tante genti.

Continue reading I racconti dall’isola che non c’è: diari da Lampedusa

È nata la Carta di Firenze

CartadiFirenze_GiornalismiGiornalistiQuando si parla di precariato troppo spesso si pensa che sia un problema che riguarda solo alcune categorie e si va avanti condividendo dei pregiudizi su alcune professioni, dando per scontato che siano privilegiate. Uno fra tutti è il mestiere del giornalista, ritenuto a torto un lavoro pieno di benefici. Nel giornalismo di oggi, in Italia, le storie di precariato e di sfruttamento sono innumerevoli, diffuse in lungo e largo per lo Stivale e aggravate dalla sensazione di fare il mestiere più bello del mondo, per cui valga anche la pena di farsi spremere fino all’osso. Continue reading È nata la Carta di Firenze

Pirelli dà voce agli autotrasportatori

Pirelli_concorsoautotrasportatoriHa compiuto 100 anni di attività nel settore del trasporto e ha deciso di festeggiare dando voce proprio agli artefici di questo successo, gli autotrasportatori: Pirelli ha lanciato a settembre il concorso on-line “Dai voce alla sicurezza” che raccoglie opinioni e proposte dei camionisti sui temi di attualità legati alla sicurezza stradale in Italia. Il concorso attivo fino al 15 novembre 2011 vuole quindi stimolare l’attenzione verso questo tema fondamentale e invita i partecipanti a riflettere anche sull’importanza degli pneumatici. Continue reading Pirelli dà voce agli autotrasportatori

Il saldo del Pianeta è in rosso

EarthOvershootDayAbbiamo consumato il nostro primo giorno in deficit, perché da ieri la Terra ha raggiunto l’Earth Overshoot Day, il giorno in cui il consumo di risorse oltrepassa la soglia calcolata per tutto il 2011. Da oggi, quindi, abbiamo iniziato a consumare più risorse di quanto il nostro Pianeta sia in grado di produrre. Lo ha ricordato in questi giorni il Global Footprint Network, che tiene la contabilità della natura terrestre.

Continue reading Il saldo del Pianeta è in rosso