Sri Lanka, quale pace verrà

Sri Lanka tamil refugees

Una parte della popolazione dello Sri Lanka, dopo la resa delle tigri Tamil, ha celebrato la vittoria. Il governo dichiara che ci sarà una vera pacificazione con le minoranze. Ma per il momento tutto quello che ha fatto è stato bloccare l’accesso della Croce Rossa ai profughiTamil scappati dalle zone del conflitto. La pace non comincia bene

Il leader ribelle Velupillai Prabhakaran sarebbe stato ucciso mentre tentava di fuggire dall’accerchiamento dei governativi. Ma nessuno sa se è davvero morto nè come è stato ucciso e probabilmente non si saprà mai perché il governo non permette alla stampa internazionale di lavorare nelle zone del conflitto, e quindi tutto quello che il governo dichiara va preso con molta cautela. I Tamil dispersi nel mondo sono preoccupati per quello che accadrà dopo questa “pace” e la maggior parte di loro non crede alle buone intenzioni del governo cingalese. Se è vero che le tigri Tamil hanno usato tecniche di guerriglia feroci, comprese bombe e attentatori suicidi, è anche vero che una ribellione armata nasce come conseguenza dell’oppressione. 
il governo cingalese avrebbe potuto fermare il conflitto in qualsiasi momento nel corso degli ultimi 26 anni concedendo ai Tamil diritti e autonomia. Non lo ha fatto e appare difficile sperare che lo farà adesso, visto che si tratta di un governo che bombarda i propri cittadini, ostacola le agenzie umanitarie e la stampa internazionale e uccide gli stessi giornalisti cingalesi indipendenti. 
Solo la pressione della comunità internazionale potrebbe spingerlo a pacificare davvero lo Sri Lanka. Per molti anni il conflitto nell’isola è stato appoggiato da campi contrapposti: India, Cina, Russia, Stati Uniti e Gran Bretagna hanno aiutato l’una o l’altra parte. Adesso sarebbe il momento in cui la comunità internazionale dovrebbe unirsi per spingere con decisione il governo dello Sri Lanka a promuovere una vera pacificazione tra cingalesi e tamil. E l’opinione pubblica internazionale dovrà controllare quello che avviene in Sri Lanka. Da questo dipende quale pace verrà

Francesco Defferrari

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>