Barack Obama assolve gli agenti Cia

Obama

Nessuna persecuzione verso gli agenti Cia che hanno usato le tecniche di tortura durante gli interrogatori con presunti terroristi. È quanto ha annunciato oggi Barack Obama accompagnando la pubblicazione di quattro memorandum dell’amministrazione Bush sui metodi di interrogatorio ammessi nella guerra al terrorismo.

La decisione del Presidente americano può sembrare un’assoluzione nei confronti di chi, per anni, a partire dall’11 settembre 2001, aveva praticato ogni genere di tortura verso i presunti terroristi. George W. Bush aveva dato il via libera alle tecniche come il waterboardig (annegamento forzato) aprendo una pagina decisamente buia nella storia degli Stati Uniti.
Ma per il nuovo inquilino della Casa Bianca ”coloro che hanno fatto il loro dovere in buona fede basandosi sui consigli legali del dipartimento della Giustizia, non saranno perseguiti” perché avrebbero semplicemente eseguito degli ordini.

Gli agenti Cia erano quindi tutti in buona fede quando annegavano i detenuti o quando praticavano la tecnica della privazione del sonno o, ancora, quando esponevano al caldo o al freddo eccessivo i prigionieri.

L’assoluzione di Barack Obama sembra però in controtendenza rispetto alla scelta, annunciata e poi messa in pratica nei primi mesi del suo mandato, di chiudere il carcere di Guantanamo e di cambiare la politica estera degli Stati Uniti. Il presidente americano ha sempre detto di non voler sviluppare la paura negli altri Stati ma, anzi, ha mostrato, anche nella sua apertura verso l’Iran, l’intenzione di cancellare l’immagine di un’America cattiva nei confronti degli altri Paesi e sempre più isolazionista.

La pubblicazione dei documenti dell’amministrazione Bush è stata voluta da Obama proprio per aiutare gli Stati Uniti a riflettere su un capitolo “buio e doloroso” della storia del Paese. È certo, però, che l’assoluzione voluta da Barack continuerà a far discutere.  

Marianna Lepore

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>