Com’è lontano il 68

Naked man tasered

Durante il 68 e gli anni 70 in poi era diventato quasi comune che la gente si spogliasse ai concerti. Il nudo era un segno di libertà e di rifiuto delle convenzioni. E in molte occasioni questo comportamento era tanto diffuso che la polizia non provava nemmeno a intervenire. Invece oggi ha fatto il giro del mondo il video di un concerto in California, dove un uomo che si era spogliato è stato ripetutamente colpito con i taser, le pistole elettriche dai poliziotti locali. 

Il video si chiama “naked wizard”, mago nudo, perché il ragazzo aveva un costume da mago prima di spogliarsi. Piuttosto brillo, discute a lungo con i poliziotti e cerca di fuggire quando tentano di immobilizzarlo, ma non si può certo dire che avesse un comportamento violento. La cosa interessante è che la folla protesta, filma tutto con telefonini e videocamere e posta quindi in rete i video, avvertendo i poliziotti che il mondo li sta guardando.
Nel 68 e negli anni 70 le cose però sarebbero andate in modo diverso. La folla probabilmente si sarebbe ribellata e avrebbe iniziato a ostacolare la polizia in ogni modo, e gli agenti probabilmente si sarebbero ritirati. Allora i giovani avevano l’idea che bisognasse combattere per ottenere libertà e diritti civili. Certamente la tendenza a lottare per le proprie idee anche con la violenza ha portato frutti amari negli anni 70, ma è possibile che di fronte a un chiaro abuso di potere tutto quello che la folla sa fare sono video e fotografie? Si, il 68 è davvero molto lontano.  

{youtube}wQhe1yfR0tM{/youtube}

Francesco Defferrari

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>