Vendesi Italia

Dipinto romano dal bordello di PompeiLa corruzione e la prostituzione di ogni genere erano largamente diffuse già nell’antica Roma, come sappiamo dalle testimonianze degli autori del tempo, e in 2000 anni non sembra che l’Italia sia cambiata molto. Questo paese è sempre in mano ai briganti, agli sciacalli e ai profittatori. Una parte rilevante dei governanti che dovrebbero rappresentare i cittadini passa il suo tempo tra festini, prostitute e droghe.

La mattina dopo invece vanno in Parlamento a votare leggi più dure contro la droga e la prostituzione, perché tanto riguardano solo i cittadini comuni. Intorno agli apparati amministrativi nazionali e locali, piccoli e grandi, ruota una corte di personaggi ambigui, imprenditori senza scrupoli, procuratori di qualsiasi cosa. Gente ansiosa di mettere le mani sugli appalti, per cui una tragedia come il terremoto è una festa, una straordinaria opportunità. Gente che non vede l’ora che arrivi un’altra emergenza, per fare altri ottimi affari. Gente che vuole sempre costruire perché questo significa far girare denaro e se le opere da costruire sono assolutamente inutili, o persino pericolose, dannose e distruttive, ancora meglio. Così in futuro creeranno qualche nuova emergenza su cui speculare. L’Italia di oggi insomma è una fogna che esonda e come in tutte le fogne che esondano la roba che galleggia non è bella da vedere. 
L’unica domanda che resta è se questa classe dirigente di ladri e prostitute sia davvero al potere perché rappresenta gli italiani. Ma anche se fosse vero che in realtà la maggioranza degli italiani è proprio così, del tutto priva di qualsiasi freno civile e morale, questo non giustificherebbe comunque l’aver mandato al potere una simile banda di briganti. Che vantaggio ne ricavano infatti i cittadini a pagare con le loro tasse i festini dei politici e gli appalti regalati ai loro amici e clienti? Nessuno, eppure gli italiani non si sono mai ribellati e continuano a votare la stessa gente da 2000 anni. L’Italia è una ragazza ansiosa di vendersi al potente di turno. Si preoccupa soltanto di sembrare bella da vedere ma, al di là delle considerazioni morali, è molto triste che non possa e non voglia aspirare a qualcosa di meglio. 

Francesco Defferrari

 
Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

     

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>