L’Orco Verde e gli orchetti Gialli

Spread the love

L’Orco Verde gioca a fare il Ministro della Paura e guida le truppe contro gli invasori della patria. Poco importa se gli invasori in realtà sono uomini, donne e bambini disarmati. I suoi seguaci sono entusiasti e qualcuno più zelante degli altri ha pensato bene di iniziare a sparare anche sui migranti che sono già qui. Visto che l’opinione pubblica se ne frega se un vigliacco spara ad una bambina, tanto è zingara, e rifiuta di vedere i bambini annegati in mare, sembrerebbe che il pubblico sia maturo per un’escalation della ferocia. I test per il nuovo fascismo stanno andando benissimo.

La Lega è sempre stata un partito della paura, dell’odio e dell’inganno. Un partito di propaganda che non ha fatto niente di utile per il paese a parte incattivirlo e mantenere una propria classe politica che non ha mai lavorato. Le azioni dell’Orco Verde sono, come da tradizione leghista, stupide e inutili. Impedire alle Ong di salvare la gente in mare è una vigliaccata senza senso, visto che le Ong sono attive solo dalla fine del 2015 e quindi ovviamente non c’è nessuna correlazione con l’intensità degli sbarchi, che sono iniziati negli anni ’90 (allora erano gli albanesi) e rientrano in un movimento storico che nessun Ministro della Paura può fermare. L’unico risultato reale è aver fatto morire in mare quasi 600 persone che forse in parte potevano essere salvate. Il resto dell’Europa ha cooperato felicemente a questa politica vile e criminale.
Per non parlare del fatto che gli sbarchi dall’Africa sono soltanto il 10% o meno dell’immigrazione totale, che per il resto arriva via terra o via aereo dall’Europa e da tutto il mondo, quindi che senso ha accanirsi contro di essi?

Casomai qualcuno se lo fosse dimenticato, fino all’altro ieri i  grillini dicevano, correttamente, che la Lega è soltanto un partito di pura propaganda che nella realtà ha sempre votato tutte le leggi che hanno portato all’attuale situazione economia e sociale. Oggi invece sono tutti diventati orchetti gialli pronti a seguire l’Orco Verde in iniziative scellerate e demenziali come fare finta che la Libia sia in grado di controllare il proprio territorio e il proprio mare.
Per spiegare il comportamento dei grillini ci sono varie possibili tesi non mutualmente esclusive:

1 – I 5 stelle sono sempre stati leghisti non dichiarati e ora finalmente possono fare coming out. 

2 – La selezione dei candidati tramite internet funziona così bene che ha selezionato soltanto imbecilli.

3 – Venticinque anni di narrazione para-fascista da parte dei media e dei partiti non sono passati invano.

La domanda finale è se l’Orco Verde e gli orchetti gialli possono andare avanti 5 anni solo con la propaganda anti immigrati, finti cambiamenti che non cambiano niente, come il cosiddetto “decreto dignità”, e pasticci legislativi che creeranno soltanto costi maggiori alla collettività, come il cosiddetto “taglio dei vitalizi”. Le risorse per realizzare davvero anche pochi punti del loro programma non le hanno e non sanno dove trovarle. Anche se le avessero, i grillini non hanno la capacità politica e amministrativa per fare riforme utili, perché è ovvio che sono un branco di dilettanti allo sbaraglio. I leghisti forse la capacità politica e amministrativa l’avrebbero, ma se non hanno voluto fare riforme utili nei 30 anni precedenti, perché dovrebbero iniziare ora?

La buona notizia per l’Orco Verde e gli orchetti gialli è che molti dei loro seguaci sono tanto incapaci di distinguere il vero dal falso che anche se il governo non farà nulla, probabilmente non saranno in grado di accorgersene. 

Francesco Defferrari

Le frasi in grassetto contengono link ad altri articoli per approfondire i temi trattati.
Immagine: collettivo artistico @tvboyofficial

Comments are closed.