Conseguenze

migrante soccorso

Le azioni hanno sempre conseguenze e questo è particolarmente vero in politica. Mettere una crocetta su un simbolo elettorale ha delle conseguenze, e prendere delle decisioni generali mentre si è al governo ne ha altre, molto più grandi. Oggi leggendo la testimonianza della ragazza eritrea sopravvissuta, per miracolo, alle politiche attuate dall’Europa e dall’Italia contro l’immigrazione, la gente dovrebbe capire che queste sono le conseguenze.

La morte di profughi innocenti è una conseguenza della chiusura delle frontiere marine senza guardare in faccia nessuno. Ora tutti gli italiani dovrebbero sentire il racconto della ragazza e vederla, ma solo Sky ha trasmesso un’intervista, come Repubblica l’ha pubblicata, qualcun altro lo farà ma sicuramente non la vedremo sulla maggior parte dei telegiornali e dei giornali italiani.
Perché la verità può far male, soprattutto ai voti di questo governo. E gli italiani dovrebbero capire che votando certi partiti si mette la propria firma sotto politiche che condannano a morte profughi innocenti che in Italia avrebbero diritto d’asilo. E’ meglio ricordare che nessun paese al mondo può rifiutare i profughi e nessuno in genere lo fa. Il Kenya ha accolto centinaia di migliaia di profughi dalla Somalia negli ultimi anni. I profughi prima si accettano, poi semmai si chiede aiuto all’Onu per sfamarli e alloggiarli. 
Si tratta quindi di politiche che oltre ad essere contrarie a qualsiasi norma del diritto internazionale, sono anche anticristiane nella maniera più assoluta. La Chiesa quindi, nonostante i tentativi di Berlusconi di ricucire lo strappo creato dai suoi comportamenti allegri con le donne, non può che condannarle. E per questo oggi la Lega improvvisamente diventa paladina della laicità dello stato, che su tutte le altre questioni, testamento biologico, fecondazione assistita, matrimoni omosessuali, calpesta allegramente.  
Ma anche questo non verrà trasmesso dalle televisioni di regime nè scritto sui giornali che obbediscono agli ordini del governo. Perché se tutti gli italiani fossero davvero coscienti che votare questa maggioranza significa approvare politiche disumane, forse non tutti sarebbero disposti a farlo. 

Francesco Defferrari

 
 
Sterminio. La politica scelta dall’Italia e dall’Europa contro i profughi. 

La nostra sicurezza in mano ai pazzi. La politica anti immigrazione e le sue conseguenze
I primi risultati. Decreto sicurezza in vigore, i danni cominciano

Ero straniero. Il vangelo (e Gesù Cristo) contro il decreto sicurezza
Piccole storie di pericolosi criminali. Chi sono davvero i clandestini

Come una vergogna. Se sono tanto orgogliosi dei respingimenti, perché non li mostrano in televisione?
Benvenuti in un paese disumano. Le associazioni e le organizzazioni internazionali contro il decreto
Uomini e No. Il decreto sicurezza priva i clandestini dei basilari diritti umani 

La colossale menzogna, non è affatto vero che l’immigrazione aumenta il crimine  

Io non respingo, la campagna contro i respingimenti in Libia
Che razza di cristiani sono, perché troppi cattolici italiani appoggiano l’inumana politica dei respingimenti
Prendersela con i più deboli, gli immigrati dei barconi usati come capri espiatori di tutti i problemi italiani
Sono tutti contenti, lo scandalo dei respingimenti in Libia 
Criminali, l’inefficacia della criminalizzazione della clandestinità

Appelllo contro il ritorno delle leggi razziali in Europa, di Camilleri, Tabucchi, Maraini, Fo, Rame, Ovadia, Scaparro, Wu Ming, Amelio

 

  

     

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>