Io non respingo

Io non respingo logo

Il sito italiano Fortress Europe, che da anni denuncia la strage dei migranti nel Mediterraneo e in generale intorno all’Europa per effetto della chiusura delle frontiere, lancia per il 10-12 giugno, in occasione della visita del leader libico Muammar Gheddafi in Italia, la campagna nazionale Io non respingo, che continuerà fino al 20 giugno, giornata mondiale del rifugiato.

Si chiede a chiunque possa farlo di organizzare un evento in Italia in queste date per protestare contro i respingimenti dei migranti in Libia, un paese che non offre la minima garanzia di rispetto dei diritti umani. 
Gli eventi in programma sono già circa cinquanta in molte città d’Italia.
Il sito inoltre propone un kit informativo da stampare e distribuire sulle menzogne del governo in carica sul tema dell’immigrazione, i lati oscuri del patto tra Italia e Libia, i crimini del regime libico e una petizione per un’inchiesta parlamentare sulla Libia. 
Dai dati del sito si scopre ad esempio che il governo italiano negli ultimi anni ha richiesto come manodopera un numero maggiore di immigrati di quanti ne siano arrivati via mare. I famigerati clandestini inoltre sono nella grande maggioranza dei casi persone arrivate in Italia regolarmente che lavorano in nero o sono rimaste per alcuni periodi senza lavoro. Le attuali politiche di controllo dell’immigrazione sono stupide, inefficaci e ora anche criminali, perché respingono persone che fuggono dalla guerra e dalle persecuzioni verso un paese, la Libia, che non offre nessuna garanzia di rispetto dei diritti umani.
E tutto questo avrà come unico effetto quello di condannare a morte migliaia di persone che speravano di trovare la salvezza in Italia. Ma non risolverà alcun problema di integrazione e convivenza, perché questi problemi potrebbero essere risolti solo con politiche di accoglienza, a vantaggio di tutti. 

Francesco Defferrari

Altri articoli pubblicati sul tema nel nostro sito:  

La propaganda è meglio della realtà, perché le politiche contro l’immigrazione sono sbagliate e inefficaci. 
Che razza di cristiani sono, perché troppi cattolici italiani appoggiano l’inumana politica dei respingimenti
Prendersela con i più deboli, gli immigrati dei barconi usati come capri espiatori di tutti i problemi italiani
Sono tutti contenti, lo scandalo dei respingimenti in Libia 
Criminali, l’inefficacia della criminalizzazione della clandestinità

{sharethis}

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>