Quando la moglie scoppia

veronicalario_berlusconiPer chi pensava di averle viste proprio tutte, è arrivata l’ennesima dimostrazione che non c’è mai limite al peggio. I nomi delle candidate del Pdl passate velocemente dal mestiere di “soubrette” a quello di politiche aveva già destato molte critiche. Le ultime però arrivano da una donna che un ruolo importante, quantomeno di figura, dovrebbe averlo nella vita del capo.

Veronica Lario alla fine non deve avercela fatta più. Aveva sopportato troppo e in fin dei conti la sua reazione sarebbe simile a quella di tante donne sposate con uomini ultra settantenni. Ma alla fine non ce l’ha fatta. E in una dichiarazione all’Ansa ha definito “ciarpame senza pudore” l’uso delle candidature delle donne che il Pdl sta facendo per le elezioni europee. Ha deciso di metterlo per iscritto, così da non essere fraintesa, come spesso capita al marito.
Così si smonta nuovamente il quadretto familiare che Berlusconi cerca di vendere in giro per l’Italia, alternandolo poi a quello di gran seduttore e gran conquistatore, perché magari un uomo con doppia famiglia che si limita a gestirle entrambe sarebbe troppo poco “alla moda” se nel frattempo non si circondasse di giovani donne. Perché quello che Berlusconi fa o non fa con le donne di cui si circonda potrebbe pure essere affar suo. Siamo in Italia e nonostante il finto moralismo che ci circonda dalle nostre parti quello che ognuno fa nella sua camera da letto interessa ben poco agli elettori. Però sorprende che la moglie prenda nuovamente le distanze dal marito (come già fece due anni fa alla fine di gennaio con una famosa lettera pubblicata in prima pagina da Repubblica), quasi a dire, io vi avviso poi se voi non capite non posso farci nulla.

La polemica nasce dopo la presentazione delle candidature per le prossime elezioni e dopo aver visto l’elenco di veline e pseudo-tali volute da Berlusconi. Ma alle accuse di Veronica Lario il premier risponde subito, oggi, affermando che “la signora ha creduto a quello che hanno scritto i giornali” che ovviamente sono manipolati dalla sinistra. E’ quindi solo una gran manovra montata dalla stampa con notizie infondate per far esplodere il caso. Anche se verrebbe da chiedersi perché la stampa non avesse aspettato ancora un po’, magari una settimana prima delle prossime elezioni, invece di giocarsi tutto ora, così presto.

Ma se la moglie afferma che con “la mancanza di ritegno del potere si offende la credibilità di tutte le donne”, il premier ci tiene a precisare che le giovani candidate non sono solo delle belle statuine. Anzi “le farò parlare e dire cosa hanno fatto”. Quindi dimostreranno sicuramente la loro competenza in ambito politico. Irritato per come la moglie lo ha dipinto agli occhi degli elettori, Berlusconi, da Varsavia, ha detto ai giornalisti che lui vuole “rinnovare la nostra classe politica con persone che siano colte, preparate e che garantiscono la loro presenza a tutte le votazioni. E che magari non siano maleodoranti e malvestite come certi personaggi che circolano nelle aule parlamentari da parte di certi partiti”. Il premier è dispiaciuto con quella che è ancora sua moglie perché  “la signora ha creduto a certa stampa”.

E la nuova soap opera potrebbe continuare. Berlusconi, infatti, si è presentato tre giorni fa alla festa di una tale Noemi: 18 anni, un compleanno importante. C’era anche lui, il presidente del Consiglio. Perché Noemi, che come regalo ha ricevuto un ciondolo d’oro con diamanti, lo chiama papi e lui le ha fatto il più bel regalo presentandosi. Eppure Veronica Lario deve essersi risentita anche lì. Lei che da anni è al fianco del premier, almeno sulla carta, e che sopporta tutte le uscite fuori luogo del marito, relegandosi quasi a un ruolo fantasma pur di non essere interpellata. A quel punto deve essersi chiesta chi glielo fa fare. Così sulla festa di compleanno a cui ha partecipato il premier dice solo “La cosa ha sorpreso anche me, anche perché non è mai venuto a nessun diciottesimo dei suoi figli pur essendo stato invitato”.

L’unica cosa che può quasi confortare un italiano qualsiasi che oggi, a fine mese, starà pensando a pagare i suoi debiti è l’idea che anche Berlusconi abbia una famiglia “normale”. Scassata da tutte le parti, in piedi solo per figura, pronta a far muro solo per riempire le pagine. E poi c’è anche una frase, sempre della Lario “voglio che sia chiaro che io e i miei figli siamo vittime e non complici di questa situazione. Dobbiamo subirla e ci fa soffrire”. Che sia vero o no, almeno c’è qualcuno della famiglia del premier che soffre. Purtroppo come tutti gli italiani.

Marianna Lepore

Vediamo un po’ come i siti stranieri raccontano la storia:

Acusa Berlusconi a su esposa de ser manipulada por la prensa da Milenio.com
Escàndalo por la ‘misses’ de Berlusconi da ElPais.com
Trouble at home for Italy’s Berlusconi da ABCnews
Silvio Berluconi faces wrath of his long-suffering wife da Telegraph.co.uk

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>