Le contraddizioni del M5S

immigrati2Il blog di Beppe Grillo adesso parla già di altro, ma il 10 ottobre è venuta alla luce nel movimento 5 stelle una frattura che potrebbe facilmente distruggerlo, o perlomeno fargli perdere milioni di voti. I senatori del movimento hanno presentato un emendamento, che è stato approvato in commissione giustizia, per abolire il reato di clandestinità previsto dalla Bossi Fini. Grillo e Casaleggio si sono affrettati a smentire i senatori sul blog, perché tale abolizione non era prevista nel programma, in nome ovviamente della difesa dei poveri italiani senza lavoro. In questo modo hanno preso una posizione politica nettamente di destra, ricevendo pure i complimenti di Bossi, e nettamente idiota.

Non c’è bisogno di spiegare perché la posizione è nettamente di destra, ma purtroppo non molti in Italia, dopo un paio di decenni di propaganda anti immigrazione sulle televisioni nazionali, riescono a capire perchè una simile posizione è anche assolutamente idiota. La Bossi Fini è stata strombazzata dalla destra come un grande argine contro l’immigrazione clandestina ma in realtà riesce ad essere soltanto una legge doppiamente sbagliata: perché sputa sui diritti umani fondamentali e perché non serve assolutamente a niente.

E’ semplicemente ridicola l’illusione che possa servire da deterrente contro l’immigrazione clandestina, quando si parla di persone che sono disposte a rischiare più volte la vita per fuggire da guerra, fame e povertà. E’ ridicola l’illusione che centinaia di migliaia di persone possano essere legalmente rimpatriate, come hanno poi sostenuto i senatori del M5S con una penosa mezza marcia indietro, e infatti i rimpatri veri e propri negli anni sono stati nell’ordine di poche centinaia.
La Bossi Fini è semplicemente una legge razzista per imprigionare persone innocenti, con intento gratuitamente persecutorio nei confronti degli immigrati in quanto tali, senza la benché minima utilità reale. Ma Grillo e Casaleggio evidentemente ci tengono che resti in vigore e ci tengono ad avere una posizione dura contro l’immigrazione clandestina.
Perché? in primo luogo il motivo è che, come purtroppo molti altri milioni di italiani, certamente la maggioranza assoluta del paese, anche loro sono disinformati e non hanno capito nulla del fenomeno immigrazione. In secondo luogo sanno che la maggioranza degli italiani ha creduto alle stupidaggini della propaganda per cui l’immigrazione si potrebbe fermare, o perlomeno rallentare, e pensano che dal punto di vista politico convenga accodarsi a questa opinione di maggioranza.
La verità è che l’immigrazione si potrebbe fermare solo instaurando uno stato di guerra con il resto del mondo che preveda il lager o l’eliminazione fisica di chiunque tenti di arrivare in Italia senza permesso. Non siamo ancora a questo punto solo perché farlo significherebbe spendere una notevole quantità di denaro, che non abbiamo, ed essere cacciati dall’ONU.
L’unica vera alternativa a questi metodi che nessuna persona sana di mente dovrebbe augurarsi è creare canali legali di immigrazione che gestiscano nel miglior modo possibile un flusso di persone che, qualunque cosa si faccia e qualunque crimine disumano si compia, non si fermerà per decenni. Perché il Sud del mondo è povero, e lo è per colpa nostra, perché per secoli lo abbiamo rapinato di risorse e continuiamo a rapinarlo. Stiamo raccogliendo i frutti del mondo che noi e i nostri padri abbiamo creato.
L’unica vera soluzione è lavorare per un mondo diverso, che non rapini e che accolga, tutto il resto è populismo.
Il movimento cinque stelle vuole presentarsi come apolitico e cerca di intercettare, potenzialmente, il voto di tutti i cittadini delusi dalla politica tradizionale. Ha mischiato quindi nel suo programma proposte tipiche della sinistra, come il reddito di cittadinanza, l’ecologia, la lotta alla corruzione, agli sprechi e alle mafie e qualche altro tema proveniente più dalla destra, come la diminuzione della pressione fiscale. Tutti sulla carta sono contro la corruzione, gli sprechi, il crimine, l’inquinamento, il razzismo e le troppe tasse, a parte poche minoranze di fanatici, imbecilli e criminali. Ad un certo punto però bisogna prendere posizioni politiche chiare che molti non condivideranno, anche se vorresti essere un movimento apolitico e inclusivo.
Grillo e Casaleggio evidentemente pensano che gli convenga continuare a dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Strategia di bassa Lega (ironia intenzionale) che potrebbe esplodergli in faccia. Anche se il movimento ha intercettato un po’ di voti destrorsi probabilmente la stragrande maggioranza della sua base è composta da cittadini informati che vorrebbero un rinnovamento del paese, in gran parte orfani proprio di quella sinistra che ha rinnegato tutti i propri ideali per raccattare quattro voti tra i potentati economici e i cattolici oltranzisti. Quanti di questi cittadini accetteranno a lungo termine le posizioni ambigue di Grillo e Casaleggio? Come il PD anche il movimento cinque stelle potrebbe perdere milioni di voti, per una stupida ostinazione nel voler corteggiare una destra a cui in Italia non manca di certo la rappresentanza.

Francesco Defferrari

E per migliorare la situazione nelle carceri senza amnistie pro-berlusconiane, firmate per abolire due leggi idiote come la Bossi Fini e la Fini Giovanardi:
http://www.change.org/it/petizioni/contro-le-carceri-disumane-no-all-amnistia-si-all-abrogazione-della-bossi-fini-e-della-fini-giovanardi-e-berlusconi-fuori-dal-parlamento-subito

Nessun rifugio. I profughi eritrei respinti dall’Italia prigionieri in Libia
Campi di concentramento. La vergogna di imprigionare gli innocenti
I profughi non sono criminali. L’assurda mostruosità dei respingimenti
Sterminio. La politica scelta dall’Italia e dall’Europa contro i profughi.
La nostra sicurezza in mano ai pazzi. La politica anti immigrazione e le sue conseguenze
I primi risultati. Decreto sicurezza in vigore, i danni cominciano
Ero straniero. Il vangelo (e Gesù Cristo) contro il decreto sicurezza
Piccole storie di pericolosi criminali. Chi sono davvero i clandestini
Come una vergogna. Se sono tanto orgogliosi dei respingimenti, perché non li mostrano in televisione?
Benvenuti in un paese disumano. Le associazioni e le organizzazioni internazionali contro il decreto
Uomini e No. Il decreto sicurezza priva i clandestini dei basilari diritti umani
La colossale menzogna, non è affatto vero che l’immigrazione aumenta il crimine
Prendersela con i più deboli, gli immigrati dei barconi usati come capri espiatori di tutti i problemi italiani

 

 

Comments are closed.