Le ragazze di Silvio

Susanna e i vecchioni, di Guido Reni

Sui giornali italiani sono apparsi i verbali degli interrogatori di Gianpaolo Tarantini, l’imprenditore pugliese indagato a Bari per spaccio di cocaina e favoreggiamento della prostituzione, che ha dichiarato di aver portato circa 30 ragazze nella residenza di Berlusconi a Roma, Palazzo Grazioli, e in altri luoghi tra il settembre 2008 e il gennaio 2009. Alcune hanno ri­cevuto un compenso di 1.000 euro “per prestazioni sessuali”, altre “soltanto un rimborso delle spese”, ha dichiarato Tarantini il 29 luglio.

Le ragazze delle feste
“Le presentavo come mie amiche e tacevo che a volte le retribuivo”, precisa Tarantini durante l’interrogatorio in procura. Alcune ragazze hanno ammesso di aver partecipato alle feste, e la più nota è ovviamente Patrizia D’Addario, 42 anni, la escort che ha registrato le serate e le notti con Silvio. “Io il mio incontro l’ho raccontato, le altre ragazze no. Sono l’unica che ha detto la verità. Eppure le ho viste mentre si intrattenevano con lui”. Anche Graziana Capone, 25 anni, dichiara di essere stata alle feste di Berlusconi, ma non ci vede nulla di male. “Sono sicura che se il presidente avesse un harem, io sarei la favorita“. Tarantini dice di averla presentata a Berlusconi a Milano, pagandole solo il biglietto aereo. 
Nel suo interrogatorio Tarantini ha ricostruito una precisa cronologia degli incontri. “Vanessa Di Meglio è una mia carissima amica, la rifornivo di cocaina. Tendenzialmente la stessa non è una professionista del sesso ma all’occorrenza non disdegna di essere retribuita. Ho anche favorito le prestazioni sessuali della Di Meglio con il presidente Berlusconi in due circostanze: a Roma il 5 settembre e l’8 ottobre 2008″. Poi ci sono IoanaBarbara Guerra. La prima era una “escort”, la seconda “una donna dello spettacolo”. “L’8 ottobre 2008, si fermano a casa del presidente e per questo le pagai”. 
“In occasione di un incontro con Berlusconi il 23 novembre 2008 invitai Francesca Garasi che ci raggiunse con tre amiche: Carolina Marconi, ex concorrente del Grande Fratello in tv, Geraldine Semeghini che nell’estate del 2008 era responsabile del privè del Billionaire e Maria Teresa De Nicolò. In quella circostanza ospitai Geraldine e la sua amica, ma l’unica che ebbe un incontro intimo fu la De Nicolò”. Maria Teresa De Nicolò, 37 anni, detta Terry, aveva dichiarato: “Ho partecipato alle feste di Berlusconi una sola volta. Ho avuto 1000 euro come rimborso spese”. 
Poi Tarantini parla anche di altre occasioni in cui “utilizzò” volti televisivi: “Il 17 dicembre 2008 portai a palazzo Grazioli Linda Santaguida (apparsa in tv nell’Isola dei famosi) e Camilla Cordeiro Charao (valletta in un programma su Rai 2) , pagando solo ques’ultima che si fermò con il presidente”. 
Altre ragazze sono state portate da Tarantini a Palazzo Grazioli per alcune serate ma non si sono fermate per la notte: Clarissa Campironi, che ha ricevuto un rimborso spese, le modelle Michaela PribisovaMaristel Garcia Polanco, che il 28 novembre 2008 andò a incontrare Berlusconi in una beauty farm, Luciana Francioli, che ha partecipato a una cena il 2 dicembre, Letizia Filippi, sempre senza nessun pagamento. 
Altri volti noti della televisione italiana hanno partecipato alle cene, come Francesca Lana, intercettata mentre parlava della cocaina fornita da Tarantini a molte persone, Manuela Arcuri, sua migliore amica, famosa attrice e modella, che avrebbe partecipato alla cena del 2 dicembre a Palazzo Grazioli, senza essere retribuita. 
Altre ragazze sono state associate al nome di Tarantini, come Jennifer RodriguezVictoria PetroffRaffaella Zardo, già coinvolta in uno scandalo “vallettopoli” nel 1996, la modella Eva Riccobono, tutte persone che avrebbero frequentato a lungo Giampaolo Tarantini e partecipato alle feste da lui organizzate.  
Sabina Began, 35 anni, definita da alcuni giornali l’Ape Regina, ha un tatuaggio con scritto “L’incontro che mi ha cambiato la vita: S.B.”. E’ la donna che ha detto di aver presentato Tarantini al premier Berlusconi
Barbara Montereale, 23 anni, è stata la prima ad ammettere di aver partecipato a una festa a Palazzo Grazioli, portata da Tarantini. Ha dichiarato che Berlusconi “è stato simpaticissimo, mi ha regalato dei gioielli e una busta con una cifra generosa solo per la mia presenza“.

Noemi Letizia
Un capitolo a parte è la ragazza napoletana che ha provocato la richiesta di divorzio della moglie di Berlusconi, Veronica Lario, facendole dire che il marito è un “uomo malato” che “frequenta minorenni”, dopo che il premier si era recato alla festa dei 18 anni di Noemi. I rapporti del premier con la ragazza sarebbero nati da una semplice amicizia tra Berlusconi e il padre di lei, secondo Noemi e la sua famiglia, ma le circostanze in cui i due uomini si sarebbero incontrati non sono mai state chiarite. Le contraddizioni del caso sono al centro delle 10 domande del quotidiano La Repubblica, per cui il presidente del consiglio ha presentato querela per diffamazione.

Le ragazze della politica
Poi ci sono le giovani donne entrate in politica nel partito di Berlusconi, tutte di bella presenza e molte provenienti da un passato come modelle o showgirl televisive. Tra queste Elvira Savino, ora parlamentare Pdl, ex compagna di casa di Sabina Began e amica di Tarantini. 
O Francesca Pascale, 24 anni, consigliera provinciale del Pdl a Napoli. che dichiara “Adoro Silvio. La politica e lo spettacolo sono la stessa cosa“. Con Virna Bello, 28 anni, assessore del Pdl a Torre del Greco ed Emanuela Romano, aveva fondato un comitato di sostegno a Berlusconi. Le tre ragazze sono state fotografate mentre andavano a Villa Certosa nell’estate del 2008. La Romano e molte altre avrebbero dovuto essere candidate alle elezioni europee del 2009, ma l’intervento dell’ex moglie del premier, che definì “ciarpame senza pudore” lo sfruttamento del corpo femminile a fini elettorali, fece saltare molte candidature
Barbara Matera, ex annunciatrice e attrice televisiva, è l’unica che è riuscita ad arrivare al parlamento europeo per il Pdl. Con lei anche Lara ComiLicia Ronzulli, di bella presenza ma provenienti dalla militanza nel partito di Berlusconi.  
Escluse invece dopo la protesta di Veronica Eleonora GaggioliCamilla Ferranti, già nominate in una vicenda di “raccomandazioni” fatte da Berlusconi al dirigente di Raifiction Saccà per farle lavorare in televisione, Elisa AlloroAngela Sozio, già fotografata con il premier a Villa Certosa nel 2007, le gemelle Eleonora e Imma De VivoGiovanna Del GiudiceChiara Sgarbossa, Silvia Travaini, Assunta Petrone, Letizia Cioffi, Cristina RavotMaria Elena Valanzano, Susanna Petrone
Ma le tre donne più famose del partito di Berlusconi sono certamente le tre ministre in carica che Berlusconi ha scelto dopo una carriera politica a dir poco fulminea:
Mara Carfagna, ex modella entrata in politica e rapidamente divenuta Ministro delle Pari Opportunità. Voci di una sua relazione con il premier avevano provocato un primo sfogo della moglie Veronica già nel 2007. Nel giugno 2008 circola la voce di intercettazioni telefoniche, che sarebbero state distrutte perché non penalmente rilevanti, riguardanti la relazione tra lei e il premier Berlusconi. Secondo il giornale francese Nouvel Observateur, “ci sarebbe un ipotetico nastro nel quale Mara Carfagna (definita “amante quasi ufficiale”) e Mariastella Gelmini, attuale Ministro dell’Istruzione, parlerebbero del loro rapporto con il premier. Secondo il giornale francese, “se questo “audio” uscisse sulla stampa, malgrado la censura, sarebbe devastante per l’immagine del Cavaliere”. Gli avvocati del premier hanno querelato il periodico francese, sostenendo che il nastro non è mai esistito, e La Repubblica per averlo citato. Il nastro era stato menzionato anche dal quotidiano argentino Clarin, e ripreso dall’attrice comica Sabina Guzzanti in una manifestazione del luglio 2008 contro Berlusconi. La successiva reazione del ministro Carfagna aveva provocato la presa di distanze da Berlusconi di Paolo Guzzanti, padre dell’attrice comica e per anni fedele alleato del premier, che definì la situazione politica italiana una “mignottocrazia”.  
Il terzo ministro è Michela Vittoria Brambilla, imprenditrice, entrata in politica nel 2006, da subito strinse un rapporto stretto con Berlusconi, tanto che la fiducia ricevuta dal premier finì per infastidire i suoi stessi alleati. Nel 2008 invece che ministro è stata nominata soltanto sottosegretario alla salute, ma alcuni mesi dopo anche lei ha ricevuto un ministero

Le vicende precedenti
Prima dei recenti scandali ce ne sono stati altri di proporzioni minori, come le telefonate tra Berlusconi e il direttore di Raifiction Saccà nel giugno 2007, in cui il premier chiedeva di raccomandare le attrici Elena Russo ed Evelina Manna, per fare un favore a un politico dell’opposizione che lui desiderava portare dalla propria parte. Saccà nominò poi anche Antonella Troise, Eleonora Gaggioli e Camila Ferranti come attrici che Berlusconi gli aveva chiesto di aiutare, le ultime due dovevano essere candidate alle europee nell’aprile 2009, ma la loro candidatura venne appunto ritirata dopo lo sfogo della moglie di Berlusconi.
Un altro piccolo scandalo è dell’‘aprile 2007, quando sul settimanale Oggi Berlusconi viene fotografato nel giardino di villa Certosa insieme ad alcune ragazze già apparse in reality televisivi: Angela Sozio è l’unica chiaramente riconoscibile, le altre secondo alcuni sarebbero Valentina GioiaMarika Suppa, che però non hanno mai confermato la loro presenza. 
Altro scandalo è quello che ha coinvolto Virginia Sanjust, 32 anni, ex annunciatrice e discendente di una dinastia di famosi attori italiani, accusata dall’ex marito, agente dei servizi segreti italiani, di aver sfruttato l’amicizia con Berlusconi per farlo trasferire mentre erano in causa per l’affidamento del figlio. La Sanjust avrebbe avuto una relazione con il premier tra il 2003 e il 2006 e viveva in un appartamento a Roma in Campo dei Fiori che il premier le aveva regalato. Il procedimento per abuso d’ufficio contro Berlusconi è stato archiviato dal tribunale dei ministri visto che non era possibile dimostrare l’interferenza del premier. 
Ma la frequentazioni del premier con giovani donne, nonostante i suoi due matrimoni, vanno anche molto indietro nel tempo, ci sono intercettazioni in cui parla di ragazze che lavoravano nelle sue televisioni risalenti al 1986 e l’ex attrice hard Ilona Staller, meglio nota come Cicciolina, ha dichiarato di essere stata con lui in un isola greca nel 1974, quando ancora Berlusconi non aveva nemmeno le tv ed era soltanto un imprenditore. 

La lunghezza di questo elenco è impressionante se si mettono tutte le diverse vicende in fila. Ma l’aspetto più impressionante e spaventoso di tutto questo è che nella stragrande maggioranza dei paesi del mondo, anche molti di quelli non democratici, uno solo di questi nomi avrebbe provocato le immediate dimissioni del capo del governo. Anche nei casi più innocenti, perché in un paese normale un premier sposato non va a cena con donne che hanno 40-50 anni meno di lui, nè nomina giovani donne prive di qualifiche in posti di responsabilità politica senza perdere il consenso e la stima dei cittadini.
Invece qui siamo in Italia, con un capo del governo che ha collezionato più scandali lui da solo di tutti gli altri capi di governo del mondo, presenti e passati, messi insieme.

Francesco Defferrari

Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>