Escalation

Berlusconi in Tv

La vera domanda è perché lo fa. Perché cerca di controllare sempre più spazi nell’informazione italiana, perché non si accontenta di controllare i media nazionali all’80%. Perché pensa che questo livello di controllo non gli sia sufficiente per vincere, per restare al potere. La risposta è che ha troppe debolezze, e quindi anche il minimo spazio di informazione libera può essere un pericolo per lui

Il suo comportamento negli ultimi mesi dimostra purtroppo in maniera inequivocabile quello che molti temevano fosse vero ma speravano non lo fosse completamente. Invece è tutto vero. E’ un uomo malato di dipendenza sessuale, come diceva la moglie. Ha usato la corruzione per ottenere quello che voleva. Ora parla di guerra alla mafia, ma la sua storia personale fa pensare più che altro alla complicità con le trame criminali più oscure di questo paese.
E non si fermerà davanti a niente per ottenere il controllo totale dell’informazione. L’opposizione italiana ha sperato per 15 anni con patetica ingenuità che a un certo punto lui si sarebbe accontentato. Ma questo non è possibile e gli ultimi mesi lo hanno dimostrato. Quello che l’Italia deve aspettarsi è un escalation, una guerra totale da parte sua e da parte dei suoi servi contro il suo principale nemico, l’unico nemico che realmente teme. L’informazione che non è sul suo libro paga.
Nel mese di agosto, un mese di vacanze in Italia, solitamente di basso scontro politico, ha già attaccato frontalmente la stampa cattolica, uno dei maggiori quotidiani nazionali e l’unica televisione italiana che non controlla. I principali obiettivi da mettere a tacere. Poi verrà la rete, i blog, qualsiasi voce in Italia che possa dire la verità da cui cerca di sfuggire. Non è realistico pensare che decida di abbassare il livello dello scontro. Il piano per arrivare a una dittatura totale sull’informazione non si fermerà. Solo se i suoi elettori e i suoi alleati capiranno che bisogna mettere un freno al suo delirio di onnipotenza, o se l’opposizione nella società civile sarà capace di svegliarsi e reagire, l’Italia potrà salvarsi dal diventare sua totale proprietà privata

Francesco Defferrari

  

Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

 

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>