Vivere solo grazie all’e-commerce

FrancescaSassoliecommerceSono ancora pochi quelli che in Italia preferiscono fare acquisti sul web piuttosto che nel negozio sotto casa. Le ultime ricerche dimostrano, però, che lentamente cresce il numero di persone che prima di comprare verifica se in rete lo stesso oggetto costa meno. Ma si può vivere facendo acquisti solo in internet? È la sfida lanciata da Francesca Sassoli (nella foto), una giornalista di CNR media, che per un anno proverà a vivere solo grazie all’e-commerce.

Prima di iniziare ha riempito il freezer e la dispensa, ha fatto un salto dal parrucchiere, ha accumulato i regali ancora impacchettati nello sgabuzzino e fatto scorta di medicinali in bagno: ora Francesca, il figlio di tre anni e il cane Beck sono pronti per la sfida, partita da qualche giorno. Astinenza totale da acquisti se non sul web: può sembrare facile se si pensa all’abbigliamento, all’assicurazione, forse anche al cibo, ma diventa più complicato se si pensa alle piccole cose, dal caffè al bar, al biglietto dell’autobus. Francesca però ha accettato la sfida e da Milano nel suo blog racconta proprio tutto. Dalla prima lista della spesa fatta online alla prima consegna, filmando anche “l’angelo” che ha consegnato tutte le buste.
Sembra difficile credere che si possa veramente vivere facendo solo acquisti in rete, ma con un po’ di impegno si può trovare di tutto. Francesca ha trovato anche la tintoria. “Vai sul sito, clicchi sui capi da lavare e ti fanno il preventivo. Li vengono a prendere e li riportano a casa con un piccolo costo aggiuntivo”.
La sua nuova vita la sta raccontando in modo multimediale: un blog, un diario giornaliero su Epolis, un appuntamento quotidiano su CNR Radio Fm e uno su CNR Tv News e uno spazio riservato nel magazine settimanale, racconteranno l’attività quotidiana della speciale “cavia”. Chi vuol seguirla, quindi, può trovarla ovunque e magari prendere anche l’ispirazione per affacciarsi negli acquisti in rete. Secondo le ultime ricerche condotte in materia, l’e-commerce italiano è tornato a crescere nel 2010 e nel primo trimestre ha avuto un incremento a doppia cifra. Il settore che ha più successo è quello dell’abbigliamento, anche se bisogna essere attenti e seguire sempre le istruzioni, prendendo bene le misure per evitare, poi, di avere abiti troppo stretti o troppo larghi. Rimaniamo, comunque, fanalino di coda fra gli e-buyer: in Italia solo il 12% della popolazione fa acquisti in rete, mentre in Europa tra il 2004 e il 2009 la percentuale degli individui che ha acquistato su internet per uso privato è passata dal 22% al 42%.
Francesca affronterà una sfida che di partenza sembra difficile. Lei si è munita di Pc, carta di credito e acconto Pay Pal, oltre a molta fantasia e invettiva. La stessa che le ha suggerito, ad esempio, di dotarsi di una borsa frigo, così da portarsi dietro il gelato che il suo bambino, con il caldo, richiederà sicuramente mentre si passeggia in centro.
Il progetto è realizzato da CNR Media e patrocinato da Netcomm – Consorzio del Commercio Elettronico Italiano per alzare il sipario sull’e-Commerce. Francesca non avrà solo il compito di vivere acquistando in rete, ma anche quello di fare da vera e propria testimonial di questo nuovo mondo. Promuoverà i valori di ogni singola azienda, racconterà le sue impressioni e il suo grado di soddisfazione, interagirà con le aziende e si rapporterà con il pubblico, che sembra già numeroso.
Solo alla fine si potrà sapere se si può veramente comprare tutto online o se dopo un po’ mancano vetrine e commesse. Forse la sfida più grande sarà quella di capire se il nostro Paese è pronto ad essere al passo con i tempi. E Francesca, ogni giorno, cercherà di farcelo capire.

Il sito dove seguire la sfida

Marianna Lepore


Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito


Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>