Twitter cerca traduttori

twitter_cerca_traduttoriSiete incuriositi da Twitter ma non l’avete ancora provato perché credete che il vostro inglese scritto non sia all’altezza? Eppure riuscite a capirlo perfettamente, basterebbe solo che qualcuno lo traducesse. Forse è arrivato il momento per farlo. Perché Twitter sta provando a farsi tradurre in francese, italiano, tedesco e spagnolo. Così ha messo un annuncio sul blog del sito.


Un piccolo gruppo di persone sta traducendo volontariamente il sito. Più volontari si uniranno, più velocemente si avranno suggerimenti per la traduzione e avremo materiale sufficiente per costruire un Twitter disponibile non solo in inglese e giapponese ma anche in francese, italiano, tedesco e spagnolo.
Quando il numero dei suggerimenti sarà sufficiente, allora i nuovi linguaggi saranno attivati. A quel punto bisognerà vedere se questo social network avrà lo stesso successo che ha avuto Facebook una volta tradotto, ad esempio, in italiano. Nel nostro paese pochissime persone lo usavano fino a quando era accessibile solo in inglese. La traduzione, poi, ha consentito una vera esplosione del fenomeno.

Ma i “traduttori volontari” della piattaforma di microblogging che cosa riceveranno in cambio per il loro lavoro? Ogni traduttore riceverà un badge speciale sul proprio profilo con una serie di livelli (da 1 a 10) relativi alla quantità e all’affidabilità delle traduzioni svolte.
Al momento si è deciso di puntare solo su queste quattro lingue, ma Twitter non esclude, sempre grazie ai suoi volontari, di tradursi in futuro anche in altri idiomi. Dalla sua parte ha ben 50 milioni di iscritti che lo utilizzano e ne sono entusiasti: non dovrebbe essere difficile trovare qualcuno con un po’ di tempo libero che conosca qualche lingua straniera. A quel punto anche in Italia potrebbe partire la mania dei messaggi: testi in gergo chiamati “tweet”, ossia “cinguettii”, di 140 caratteri. E la corsa all’affiliazione prima o poi scatterà.

Marianna Lepore


Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>