L’italian style sul web

italianworldchannelCerto in questo momento con la crisi economica, la forte disoccupazione e una politica da cabaret, ad alcuni italiani il nostro paese non sembrerà questa gran meraviglia. Eppure la nostra cultura, il nostro stile di vita, solo per citarne alcuni, sono tra gli elementi che all’estero ci invidiano di più. Così è nato un sito diretto a tutti coloro che amano l’Italia e l’universo dell’Italian Style.

Italian World Channel è un sito che raccoglie notizie di cronaca, di costume, di cultura e politica internazionale passanti attraverso la lente italiana.
Soprattutto è il primo sito che, rigorosamente in inglese, offre ai tanti amanti dell’Italia un grande assortimento di film, foto e articoli dalla comunità culturale italiana grazie ai contributi di scrittori, fotografi e registi Italiani.
E’ probabile che Italian World Channel sarà particolarmente seguito negli Stati Uniti, non solo perché lì risiedono molti italiani, ma soprattutto perché in quel Paese la nostra lingua continua ad essere la quarta lingua straniera più studiata. Uno stuolo di giovani che proprio grazie a film, foto, cibo e tradizioni imparano a conoscere l’Italia e a innamorarsene.
Il sito avrà molto probabilmente successo, soprattutto perché non è di iniziativa statale e quindi sarà curato nel tempo e non dimenticato. Il progetto, infatti, trae origine da un’iniziativa imprenditoriale di una società italoamericana della Silicon Valley, la ITVest. 

L’obiettivo è far breccia nei 250milioni di stranieri che pur senza legami con l’Italia vedono nel nostro paese, nonostante il triste spettacolo che il premier dà in giro per il mondo, una terra da apprezzare sotto molti punti di vista. Il sito potrebbe poi essere d’aiuto anche ai tanti italiani che si stanno disaffezionando al Bel Paese: un modo per scoprire qualcosa di nuovo e, attraverso occhi diversi, dare un’altra occasione alla nostra terra.

 
Marianna Lepore

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>