Il web contro gli affitti in nero

BinCaseStudentiIn tempi di crisi economica e di ripresa dell’anno accademico nelle università, gli studenti (soprattutto fuorisede ma anche quelli desiderosi, contrariamente alle statistiche italiane, di vivere per conto proprio) tornano alle prese con la ricerca di una stanza o appartamento dai prezzi accettabili. Per quelli che hanno scelto come destinazione la città di Napoli, tutto questo potrebbe diventare più semplice. È nato, infatti, il sito Bincasestudenti grazie al quale basterà un semplice clic del mouse per sapere cosa offre il mercato.

L’iniziativa è frutto dell’accordo tra la Borsa Immobiliare di Napoli (BIN) e l’Università Federico II e ha lo scopo di regolamentare e valorizzare il mercato immobiliare della città partenopea e della sua provincia. Un sito dedicato esclusivamente a studenti universitari e proprietari di immobili e in cui non solo si incontrano domanda e offerta ma si offrono consulenza e informazioni riguardo ai contratti di locazione agevolati. L’obiettivo è contribuire alla risoluzione dell’emergenza casa, cercando di trovare abitazioni dignitose, ma allo stesso tempo combattere il fenomeno degli affitti in nero (che a Napoli supera il 50%).
Sul sito è possibile visualizzare gallerie fotografiche degli immobili offerti in affitto e mappe per vedere esattamente dove si trovano. La ricerca, poi, può essere raffinata inserendo i criteri ritenuti indispensabili per lo studente: quindi prezzo, zona della città, metratura e tipologia della soluzione abitativa. Dall’area download del sito, poi, è possibile scaricare moduli e modelli di contratto di locazione per studenti, in modo da arrivare preparati all’eventuale firma. Gli annunci corredati da foto e da un’eventuale mappa della zona della città possono essere inseriti gratuitamente da parte degli operatori accreditati alla Borsa immobiliare di Napoli e anche da parte di privati. In quest’ultimo caso, però, l’annuncio sarà inserito solo dopo una perizia da parte della società della Camera di commercio per verificare le condizioni e le caratteristiche degli appartamenti.
Il sistema cerca di aumentare la legalità nei contratti di affitto (rigorosamente rispettosi della normativa vigente) per gli studenti, consentendogli di vivere in appartamenti dignitosi e ha anche il preciso scopo di dare una mano a quei giovani desiderosi di lasciare la casa paterna. Agli operatori accreditati alla BIN spetterà poi il compito di svolgere tutti i protocolli previsti dalle norme al costo di una mensilità del canone pattuito per l’affitto, diviso in parti uguali tra proprietario e affittuario.

Marianna Lepore

 
Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>