Tempi duri per la libertà di stampa

roxanasaberiHa compiuto 32 anni, ieri, ma Roxana Saberi non ha soffiato nemmeno su una candelina. La giornalista iraniano-americana è stata arrestata a gennaio ed è ora in un carcere di Teheran. La sua colpa è quella di aver continuato a lavorare in Iran nonostante il suo accredito di giornalista fosse scaduto. Per questo motivo Roxana è stata arrestata e poi, lo scorso 18 aprile, è stata condannata a otto anni di reclusione per spionaggio a favore degli Stati Uniti.

Il padre della giornalista, Reza Saberi, ha visitato ieri la figlia portandole dei fiori per il suo compleanno. Ma dopo la visita ha detto ai giornalisti di essere molto preoccupato per la salute e la vita della donna. La giovane freelance ha, infatti, smesso di nutrirsi martedì scorso e le sue condizioni sono sempre più precarie, tanto che a stento riesce a stare in piedi.

Il caso della Saberi, che ha lavorato per la Bbc e per la National Public Radio americana, porta ancora una volta alla luce la difficoltà del mestiere del giornalismo. Basti pensare che solo dall’inizio del 2009 sono stati ben 26 i giornalisti operatori dei media uccisi nel mondo. (fonte isfreedom.org)  Gli appelli per la liberazione di Roxana sono arrivati dall’Unione Europea e anche dal presidente americano Barack Obama e dal suo segretario di Stato, Hillary Clinton, che ha auspicato la scarcerazione come segno dei nuovi rapporti fra Stati Uniti e Iran.

Col passare delle ore, però, la questione si complica. Per il portavoce del ministero degli esteri iraniano, Hassan Qashqawi, secondo quanto riportato dall’Ansa, la giornalista non avrebbe mai detto di essere anche cittadina americana. Anzi tutti i documenti in suo possesso dimostrerebbero che è cittadina iraniana e quindi va processata secondo la legge iraniana. L’interferenza degli Stati Uniti, e, comunque, di un qualsiasi stato straniero, andrebbe qundi contro la legge internazionale.

Tempi duri, dunque, per la giovane Roxana. E tempi duri anche per la libertà di stampa.

Marianna Lepore

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>