Rompere il silenzio

Raiperunanotte“Una rete d’informazione democratica, indipendente, lontana dai monopoli televisivi e senza censure”, così Al Gore aveva definito Current Tv nel giorno dell’inaugurazione del canale in italiano. Oggi si può veramente dire che Current è una rete indipendente, che fa informazione. La prova sarà giovedì 25 marzo quando il canale dell’ex vicepresidente americano, trasmetterà Rai Perunanotte, l’evento organizzato dalla redazione di Annozero in risposta al bavaglio di Stato.

Una serata per “rompere il silenzio e bucare il filo spinato che rischia di avvolgere la Rai”, così Michele Santoro ha definito lo speciale che si svolgerà al Paladozza di Bologna.
Andrà in onda nello stesso giorno (il giovedì) e alla stessa ora (in prima serata) di una normale puntata di Annozero, ma sarà molto diversa. La trasmissione è stata promossa dalla Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi) e dall’Usigrai (il sindacato dei giornalisti Rai) dopo il black out deciso dal Cda della Rai sui talk show in campagna elettorale. E servirà a ricordare, ancora una volta, che l’informazione non si può interrompere e che la stampa deve essere libera.
Quasi un centinaio di persone lavoreranno gratuitamente per costruire la puntata che costerà quasi 130mila euro, raccolti grazie alle donazioni sul sito raiperunanotte.
Chi ha i canali Sky potrà vedere la trasmissione come sempre sul proprio televisore, semplicemente non su Raidue ma sul canale 130 di Sky. Chi, invece, non ha il satellite potrà guardare la puntata su Rainews24, il canale Rai che fino ad ora non è dovuto sottostare ai diktat della censura. Il programma contro il bavaglio all’informazione doveva andare in onda, su richiesta di Carlo Freccero, anche su Rai4, ma i vertici Rai hanno detto no.
Alla presentazione dell’evento, Santoro ha definito il 25 marzo come “il primo sciopero degli abbonati Rai che in mille modi cercheranno di vederci”. Già, mille modi, perché la diretta televisiva è assicurata anche da Sky tg24, da Repubblica tv, da Youdem tv. Molte televisioni locali trasmetteranno la puntata e la diretta sarà assicurata anche dalle radio su Radio popolare e Radio città futura. I siti internet faranno la loro parte: Repubblica.it, Corriere.it e Antefatto.it trasmetteranno la diretta dalle 21.
Al Gore, ex vicepresidente degli Stati Uniti, Premio Oscar per il documentario ecologista “Una scomoda verità” e Premio Nobel per la Pace 2007 ha spiegato con poche parole la scelta di trasmettere l’evento. “Current racconta le storie che altri non raccontano. Ecco perché siamo orgogliosi di diffondere un programma d’informazione come Annozero, specie nel momento in cui altri canali non lo fanno”.
Alla manifestazione, ancora tutta da costruire, si sa che parteciperanno Giovanni Floris, Daniele Luttazzi, Marco Travaglio, Vauro, Gad Lerner, il Trio Medusa, Riccardo Iacona, Barbara Serra, Milena Gabanelli e Sabina Guzzanti.
“Qualunque scelta faranno in futuro, il silenzio sarà spezzato” ha detto Santoro. E il silenzio potranno spezzarlo tutti quelli che hanno un blog, un sito o un account su un social network diffondendo e condividendo la diretta streaming, seguendo le istruzioni sul sito raiperunanotte.it
Una serata contro il silenzio che sarà possibile solo grazie alla tecnologia. Perché ai tempi dell’editto bulgaro, quando Enzo Biagi, Daniele Luttazzi, Sabina Guzzanti e sempre Santoro furono censurati tutto questo non è stato possibile. Oggi, però, la rete può dare un importante aiuto a ribellarsi al bavaglio e a far capire perché la politica vuole il silenzio.

Marianna Lepore

 
Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

     

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>