Torino: niente tassa sui rifiuti per il fotografo migliore

concorsoTarsuTorinoSe ogni anno l’arrivo della Tarsu (Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani) provoca in voi lamentele e malumori, non vi resta che armarvi di una buona macchina fotografica e trasferirvi a Torino! E’ rivolto infatti a tutti gli abitanti del capoluogo piemontese, il concorso fotografico “Il cuore giallo della città”, indetto dalla cooperativa sociale Arcobaleno, per festeggiare i 15 anni del progetto Cartesio.
Inaugurato nel 1995, il progetto consiste  nella gestione del servizio di raccolta differenziata di carta e cartone con il metodo “porta a porta” nella città di Torino.
Chiunque abbia vissuto per un po’ di tempo nella città della Mole, non può non aver fatto caso ai cestini gialli presenti nell’atrio di ogni condominio destinati a contenere carta e cartone. E proprio il mitico “cestino giallo” sarà il protagonista del concorso: chi gli scatterà la foto più bella, vincerà mille euro, pari a 5 anni di tassa rifiuti gratis. Possono partecipare  tutti coloro che risiedono a Torino, con scatti effettuati con macchina fotografica Reflex  o da cellulare, da inviare all’indirizzo concorsofotografico@cooparcobaleno.net entro le 14 di lunedì 19 aprile. Una giuria, composta da due operatori e dal direttore del servizio Cartesio e da due professionisti del settore della fotografia, valuterà le 13 opere della sezione “Macchina fotografica o Reflex”. Le tre fotografie vincenti scattate da telefonini cellulari saranno invece individuate da una giuria composta interamente da operatori del servizio Cartesio.
Tutte le foto selezionate saranno esposte presso il Museo “A come Ambiente” di Torino e pubblicate sul sito www.cooparcobaleno.net.
Le premiazioni si terranno nel pomeriggio di sabato 5 giugno, la giornata mondiale dell’ambiente, alla presenza di Luciana Littizzetto, madrina della manifestazione.
Il merito del progetto Cartesio, sta nell’aver introdotto nella quotidianità dei torinesi una pratica poi consolidatasi negli anni, in tempi in cui la “raccolta differenziata” non era un termine entrato ancora nel lessico di tutti i giorni degli italiani. Oggi sembra che la raccolta differenziata della carta, sia davvero diventata una buona abitudine nel nostro Paese: secondo l’ultimo rapporto Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), pubblicato nel luglio 2009, la crescita della raccolta della carta nel 2008 è stata del 7,1%, pari a circa 200.000 tonnellate in più rispetto al 2007. Siamo arrivati così a sfiorare i 3.000.000 di tonnellate di carta e cartone raccolti in modo differenziato, pari ad oltre 50 kg per abitante. Per quanto riguarda nello specifico gli imballaggi in carta e cartone, la percentuale di riciclo è arrivata al 74% dell’immesso al consumo: nel 2008, quindi, in Italia 3 imballaggi cellulosici su 4 sono stati riciclati. Per quantitativi di raccolta, il primato spetta al Nord con 1.757.000 tonnellate (+5% rispetto al 2007), seguito dal Centro con 681.000 tonnellate (+7%). Si difende bene anche il Sud, la cui quantità di carta riciclata, seppur più bassa in termini quantitativi (500.000 tonnellate) è quella che ha registrato l’incremento percentuale maggiore, aumentando in media del 16% rispetto al 2007.

Letizia Cavallaro


Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>