Offline

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Travels La Statua della Libertà chiude per lavori

La Statua della Libertà chiude per lavori

E-mail Print
User Rating: / 28
PoorBest 
There are no translations available.

StatuadellaLibertaSe siete tra quelli che nelle prossime settimane atterreranno sul suolo americano per una vacanza di fine estate, allora non dimenticate di far visita al simbolo degli Stati Uniti: la Statua della Libertà. L’icona della città di New York inizia, infatti, a sentire il peso degli anni e ha bisogno di rifarsi il trucco. Così dal 29 ottobre sarà chiusa al pubblico per restauri che, assicurano gli addetti ai lavori, dovranno terminare nel giro di un anno.

La promessa è quella di restituire ai visitatori una statua ancora più bella e soprattutto più sicura. Per questo motivo saranno spesi circa 27 milioni di dollari necessari per ampliare i dispositivi di sicurezza anti-incendio, nonché per ammodernare gli equipaggiamenti elettrici meccanici.
L’icona del sogno americano farà in tempo a festeggiare il 28 ottobre il suo 125mo compleanno prima di ritirarsi per una pausa di riassestamento. Non è però la prima volta che la statua, inaugurata il 28 ottobre del 1886, chiude le porte ai suoi visitatori. Già dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, il governo federale chiuse l’accesso alla Statua della Libertà perché in caso di emergenza i soccorritori non sarebbero stati in grado di intervenire. Ci sono voluti tre anni di lavori e quasi sette milioni di dollari di spesa per riaprire la base del monumento e infine, il 4 luglio del 2009, anche la corona a cui si accede attraverso scale piuttosto strette.
La statua, alta quasi 50 metri, è stata inaugurata il 28 ottobre del 1886 durante una cerimonia presieduta dal presidente Grover Cleeveland ed era un regalo da parte dei francesi per simboleggiare la fraternità dei due popoli. Negli anni è diventata sempre più una tappa irrinunciabile per i tanti turisti che affollano la città di New York.
Per gli oltre 3 milioni di visitatori che ogni anno arrivano sulla Liberty Island, dovrebbe però cambiare poco. Gran parte dei turisti, infatti, si ferma a guardare l’icona americana soltanto da fuori, senza visitare l’interno della statua, e ad ammirare Mahnattan da lontano. Nessuna chiusura, invece, per Ellis Island, il principale punto di ingresso per tutti gli immigrati tra il 1892 e il 1954, dove più di 12 milioni di aspiranti cittadini americani esibivano i propri documenti di viaggio e si sottoponevano a tutte le visite mediche prima di ricevere l’agognato permesso per sbarcare a Manhattan. Così per chi non dovesse fare in tempo a visitare New York prima del 28 ottobre, ci sarà comunque un’alternativa per vedere da vicino l’icona del sogno americano.

Marianna Lepore

 
Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

Comments

Please login to post comments or replies.
Last Updated on Tuesday, 16 August 2011 17:08  
Add Site to FavoritesAdd Page to FavoritesMake HomepagePrint This PageShare This PageSave Page as PDFEmail This Page

It's worth living for

Echoes from the web

Register

Register to submit articles, links and subjects to the site

What do you think

Journalist Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Who's online

We have 83 guests online