Atene festeggia il nuovo Museo dell’Acropoli

museoacropolisinaugurato210609

Ci sono voluti trent’anni di progetti e nove di lavori ma da ieri Atene ha, finalmente, il Nuovo Museo dell’Acropoli, inaugurato dalle massime autorità dello Stato e del governo greco. Così, chi nei prossimi mesi dovesse decidere di concedersi una vacanza nella calda Grecia, potrà non solo gustarsi la meraviglia del Partenone, ma anche ammirare il nuovo Museo.

Anzi, la costruzione del museo sembra quasi concepita per evidenziare questa mancanza. Tutti i fregi strappati da Lord Elgin sono sostituiti da calchi fedeli che mettono in primo piano la ferita praticata dagli inglesi. “Per la prima volta mostriamo chiaramente al pubblico gli sfregi inferti da Elgin” spiega Dimitrios Pandermalis, l’archeologo responsabile di tutta l’operazione Nuovo Museo a La Stampa.
E quello che è messo in evidenza non è tanto il pezzo mancante quanto la violenza inaudita con cui quei pezzi sono stati trafugati, usando scalpelli che hanno rovinato i marmi che per secoli sono rimasti lì.

La Grecia ha quindi approfittato dell’occasione per reclamare nuovamente le suo opere, anche perché grazie al nuovo museo cade la principale motivazione che per anni gli inglesi hanno usato per conservare i fregi. Prima, infatti, mancava una sede adatta per custodirli, così sono stati divisi in giro per il mondo. Un’ottantina di metri (con sculture non meno notevoli e commoventi) è al British, un blocco e al Louvre, frammenti vari sono a Palermo, in Vaticano, ad Heidelberg, Vienna e Monaco. Dai primi anni 80 la Grecia ha insistito per riavere il resto del Fregio. Invano.
Ma ora che la sede c’è, è giusto che i marmi simbolo della prima democrazia tornino nel loro luogo di nascita. E se il fascino dell’antica Grecia, dell’Acropoli, del vedere finalmente insieme pezzi del mondo antico (in un museo nuovo di zecca) non vi attirano ancora abbastanza, magari può essere il prezzo del biglietto a farvi cambiare idea. Fino al 31 dicembre, infatti, l’entrata al museo costerà solo un euro e sarà possibile acquistare i biglietti direttamente dal sito internet.
Un ottimo motivo per pianificare la prossima vacanza e scoprire nuovamente il fascino del mondo greco.
 
Il sito del museo
Greece urges return of sculputers da BBC News
{sharethis}
 
Marianna Lepore


Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>