Musei: una notte tutta per loro

locandinanottedeimusei150509“La Notte dei Musei” torna questa sera per il quarto anno in tutta Europa. Dalla Scozia alla Serbia, al Belgio all’Irlanda del Nord, i musei statali resteranno aperti fino alle 2 di notte e permetteranno, gratuitamente, di visitare le gallerie in un orario del tutto inconsueto. L’ultima entrata è prevista per l’una di notte ed è probabile che in molti non si lasceranno sfuggire quest’occasione.

La manifestazione è nata nel 2005 su idea del Ministero della Cultura e della Comunicazione francese e si è poi esteso negli altri Paesi. Purtroppo, quest’anno, non hanno aderito i musei di tutte le città italiane, probabilmente anche in seguito ai forti tagli alla cultura che il governo ha fatto e che già ogni giorno mettono in difficoltà la normale apertura. Ma controllando bene la lista, si potrà trovare qualche museo non troppo lontano da casa. Così per chi in settimana lavora e durante il weekend non riesce a gustarsi l’offerta culturale della propria città, finalmente c’è un’interessante occasione per conoscere il proprio patrimonio artistico.
A Roma saranno aperti oltre 60 spazi espositivi, tra questi la Galleria di Palazzo Barberini, il Museo di Villa Giulia, l’Area archeologica delle Terme di Caracalla e il Museo Nazionale Romano delle Terme di Diocleziano e anche le librerie e i ristoranti del centro storico prolungheranno l’orario. Milano non sarà da meno con “Voci, colori e luci al Castello: una notte alla scoperta dei musei” nel Castello Sforzesco, e poi Treviso che proporrà una maratona letteraria con letture di brani sul pittore Giorgione nel Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto.
Per chi è in giro per l’Europa non si può perdere una visita notturna al Centro Nazionale di Cultura Georges Pompidou, a Parigi, aperto fino all’una di notte o alla National Gallery di Londra.
Conviene, quindi, prepararsi per una notte all’insegna della cultura, che non fa mai male.

Marianna Lepore

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>