Gasparri contro i Liceali

GasparricontrolafictionA volte ci sono notizie che fanno saltare sulla sedia e, il più delle volte, arrivano dal mondo politico. L’ultima vede protagonista da una parte Maurizio Gasparri, presidente dei senatori del Pdl, e dall’altra una fiction televisiva. Una serie che va in onda su Canale 5 e che parla di studenti, quindi in linea teorica non ha nulla contro il Governo.

Ma I liceali, la serie che vede tra i protagonisti Giorgio Tirabassi e Claudia Pandolfi, ha osato troppo. Perché nell’ultima puntata andata in onda venerdì scorso ha messo in scena l’occupazione del liceo Colonna. E per mettere in scena un’occupazione sono stati usati gli slogan che tutti gli studenti, in particolare negli ultimi due anni, hanno usato. Ma questa volta le frasi tipo “i tagli alla Finanziaria ci rubano il futuro” non sono state gradite.
Poco importa che, per quanto riproduzione della realtà, si trattasse di una fiction televisiva. Perché, come Gasparri ha voluto sottolineare, “le fiction parlano alla pancia del Paese molto più del tg, e questo è pericoloso”.
Se a dirlo è un’esponente di un partito che della pancia dei suoi elettori conosc e molto, tanto da approfittarne continuamente, allora bisogna credergli.
La fiction è comunista, è l’accusa del presidente dei senatori del Pdl. “Sono contro la censura, ma anche contro il qualunquismo, L’ultima puntata della serie è criptocomunista”.
A parte che non si capisce perché un politico debba occuparsi di una fiction innocua, ma se anche ne avesse le competenze la risposta del produttore di Taodue, Pietro Valsecchi, è stata più che eloquente: “La fiction è qualunquista come lo è la realtà in cui viviamo”.
La serie sarebbe stata responsabile di usare slogan come quello sui tagli alla Finanziaria che, secondo Gasparri, mandano messaggi subliminali sbagliati, offrendo una lettura approssimativa della realtà.
Ma in una televisione in cui circola di tutto, non si capisce come mai Gasparri abbia voluto prendersela proprio con una serie che, della puntata incriminata, ha fatto solo il 16,2% di share. Come se in questi giorni, in cui si discute della vera Finanziaria, non ci fossero più seri problemi a cui un politico dovrebbe dedicarsi.

Marianna Lepore


Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>