GLBT Festival: a Torino la rassegna del cinema gay

GLBTfilmfestivalTorinoSi apre stasera a Torino la 26esima edizione del Torino GLBT Film Festival – Da Sodoma a Hollywood. Il Festival del cinema gay, diretto da Giovanni Minerba, parte dalla sala Ugc del Lingotto, senza il patrocinio della Regione Piemonte, negato dopo più di 20 anni dall’amministrazione Cota. Ospite della cerimonia di apertura è Noemi ed è attesa anche l’Onorevole Anna Paola Concia, di recente vittima a Roma – insieme alla sua compagna Ricarda Trautmann – di aggressioni verbali omofobe e alla quale sarà consegnata, dall’assessore alla Cultura e al Centocinquantennale del Comune di Torino Fiorenzo Alfieri, una medaglia della città di Torino.

L’assenza del patrocinio della Regione Piemonte a questa manifestazione, considerata la più importante rassegna Glbt d’Europa e la terza nel mondo, era stata annunciata già nel febbraio 2010, quando in campagna elettorale Cota aveva dichiarato: “Se diventerò governatore, non ci saranno matrimoni gay, non ci saranno registri o altre iniziative simili. La famiglia è monogamica ed eterosessuale, composta da un uomo e da una donna”. Anche il cinema, quindi, deve essere monogamico ed eterosessuale. Ma a rimettere a posto le cose ci ha pensato in extremis l’On. Mara Carfagna, che ha concesso al festival il patrocinio del Ministero per le Pari Opportunità.
Tra gli altri ospiti della cerimonia di questa sera, l’attore Björn Kjellman, protagonista del film di apertura Four More Years della svedese Tova Magnusson-Norling. Kjellman interpreta David, il quarantenne protagonista della commedia, uno dei leader del partito liberale svedese che ha appena perso le elezioni e si sente attratto da un suo collega dell’opposizione socialdemocratica.
Come ogni anno il Festival propone tre sezioni competitive (Concorso Lungometraggi, Concorso Documentari, Concorso Cortometraggi), sottoposte al giudizio di tre giurie internazionali. Oltre 120 i film programmati in rappresentanza di 35 paesi: agli Stati Uniti il record dei titoli presenti (26) di cui due nel Concorso Lungometraggi e due in quello dei Documentari. Tra i temi emergenti, l’identità sessuale legata ai primi turbamenti nella giovane età (è il caso del film Tomboy), la condizione degli anziani e la memoria storica (Gen Silent, Stonewall Uprising, We Were Here, 80 egunean). Sempre più presente il tema dell’intersex (Blattangelus, Insects in the Backyard, Romeos, Becoming Chaz), oltre naturalmente ai temi classici come il coming out, l’amicizia, la famiglia, il desiderio. Da segnalare comunque la tendenza a legare in maniera più duttile e meno problematica il mondo omosessuale a quello eterosessuale.
Il Premio Dorian Gray, che era stato istituito lo scorso anno in occasione dei 25 anni del Festival, è stato assegnato per questa edizione al Maestro Lindsay Kemp, artista poliedrico (ballerino, mimo, attore, coreografo, insegnante) che ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo a partire dagli anni Settanta con il suo Flowers e ha partecipato a diversi film tra i quali Sebastiane e Jubilee di Derek Jarman, Valentino e Messia Selvaggio di Ken Russell, Velvet Goldmine di Todd Haynes.

E torna a partire dal 29 aprile, “A qualcuno piace libro”, sezione ‘letteraria’ del Festival che presenta titoli inediti, di grande prestigio, alcuni dei quali scritti da autori esordienti. Tra i titoli: In nessun paese (Piemme) di Ivan Scalfarotto; Evviva la neve (Mondatori) di Delia Vaccarello; Quando eravamo froci (Il Saggiatore) di Andrea Pini; Vestire Degenere (Donzelli) di Alessandra Castellani; Felici e Maledetti (Zona) di Bruno Casini; Kiss Face (Lineadaria) di Giorgio Ghibaudo; Puro amore (Infinito) di Daniela Tazzioli; Non ci lasceremo mai (Lantana) di Federica Tuzi; Il Libro del Sesso di Gus & Waldo di Massimo Fenati (Tea). E per chi vive o si trova a trascorrere il 1 maggio a Torino, segnaliamo l’Apericena con l’autore, che si terrà domenica prossima alle 19,00 al BlahBlah di via Po, durante il quale Lorenza Foschini presenta, in anteprima al pubblico torinese, Il cappotto di Proust edito da Mondadori.

Per maggiori informazioni: http://www.tglff.com

Letizia Cavallaro

 
Ordina libri, cd, dvd su Ibs e sostieni il sito

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>