Meglio tardi che mai

A soli tre giorni dalle elezioni regionali, dopo un mese di totale black out di informazione politica in televisione dovuta a una scelta che oggi si può definire irresponsabile da parte di chi governa, arriva la multa dell’Autorità per le comunicazioni al Tg1 e al Tg5 entrambi colpevoli di “aver applicato […]

Rompere il silenzio

“Una rete d’informazione democratica, indipendente, lontana dai monopoli televisivi e senza censure”, così Al Gore aveva definito Current Tv nel giorno dell’inaugurazione del canale in italiano. Oggi si può veramente dire che Current è una rete indipendente, che fa informazione. La prova sarà giovedì 25 marzo quando il canale dell’ex vicepresidente […]

Talk show, la Rai dice no

Niente da fare. Chi crede nella democrazia e nella libertà di espressione aveva sperato fino all’ultimo che la Rai decidesse di mandare in onda i talk show politici. Ieri, però, era arrivato il voto contrario del Cda (con votazione a maggioranza) e la decisione era passata alla Commissione di Vigilanza. Oggi […]

Indietro tutta, si può parlare

Se ci eravamo rassegnati a una campagna elettorale con il bavaglio in cui si parla di politica solo nei telegiornali, quindi con il bilancino delle frasi, e si finisce per non fare informazione, ecco che dal Tar del Lazio è arrivata la sospensione del regolamento varato dall’Authority per le garanzie nelle […]

Un taglio all’informazione libera

I governi non hanno mai particolarmente amato la stampa perché il giornalismo libero può dare molto fastidio semplicemente raccontando la realtà. E l’Italia negli ultimi mesi è stata un buon esempio di come si possa uccidere il giornalismo. Pochi giorni fa la commissione di vigilanza Rai approvava una par condicio da […]

Silenzio di Stato

Niente più programmi di approfondimento in televisione durante i 30 giorni precedenti alle elezioni. In sostanza questo ha stabilito a maggioranza la Commissione di Vigilanza Rai, ieri, che si riuniva proprio per decidere regole precise di par condicio in vista delle elezioni regionali del 28 e 29 marzo. Le regole adottate, […]

La verità fa sempre paura

Dopo un anno in Sri Lanka non c’è ancora un colpevole per la morte di Lasantha Wickrematunge, il direttore del quotidiano The Sunday Leader ucciso da quattro uomini armati mentre guidava la sua auto per andare al giornale. Prima di morire aveva scritto un editoriale in cui accusava il […]

Un triste anniversario per la libertà di stampa

Cinque giorni fa è stato il quinto anniversario dall’assassinio del giornalista Deyda Hydara, editore del quotidiano The Point, ucciso mentre era alla guida della sua macchina. Deyda era stato per più di 30 anni corrispondente per l’agenzia di stampa France-Press e per Reporters Without Borders.  Fortemente critico con il governo del […]

Una giornalista uccisa e il silenzio del mondo

Sono in molti a credere che in Italia, oggi, fare vera informazione non sia così facile. Perché la censura è una mano lunga che controlla tutto e viene dall’alto. Eppure, ci sono paesi che se la passano decisamente peggio. Uno di questi è governato da un caro amico di Silvio Berlusconi: Vladimir Putin. […]

Il no della Rai al No-B day

Non è servito a nulla il sit-in dei ragazzi del comitato No-B day davanti alla sede Rai di viale Mazzini, perché alla fine la tv di Stato ha detto no alla richiesta della diretta dell’evento da parte del Tg3. Il direttore della testa giornalistica, Bianca Berlinguer, aveva chiesto di coprire l’evento con collegamenti […]